Blog: http://medicisenzadentiere.ilcannocchiale.it

"Tutti i tiranni che fondano il loro dominio su grandi princìpi, l'uguaglianza dei cittadini tra loro, o con l'idea che i beni di ognuno appartengano a tutti, suscitano in coloro sui quali esercitano la loro potestà un sentimento di soggezione incomparabilmente più mortificante di quelli che, anche se assai più ignobili, si accontentano  come Laio di fare i tiranni, troppo pigri per addurre una qualsiasi giustificazione al proprio comportamento : essendo la loro dittatura lunatica e capricciosa, i sudditi hanno la sensazione di poter godere di una certa libertà. Non si sentono tiranneggiati da una arbitraria necessità che non consente loro speranza alcuna, ma piuttosto da un arbitrio assolutamente casuale che ancora permette qualche speranza".

Friedrich D
ürrenmat da " La morte della pizia "




Pubblicato il 14/9/2006 alle 9.38 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web