.
Annunci online

medicisenzadentiere Quando verrà la fine del mondo, mi ritirerò a vita privata. (K.Kraus)
14 settembre 2006
e la scienza va avanti...
(ANSA)-CAGLIARI, 13 SET -Potrebbe nascondersi dietro l'eccesso di un enzima la chiave per il primo trattamento terapeutico mirato contro la schizofrenia. E' una malattia del cervello che colpisce l'1% della popolazione mondiale e che puo' essere curata solo mitigando i sintomi. A guidare l'equipe che sta lavorando sull'enzima DNMT1 (metil trasferasi del Dna),presente in un tipo di neurotrasmettitori e' lo scienziato sardo Erminio Costa,del Psychiatric Institute dell'Universita' dell'Illinois a Chicago (UIC).
Tale patologia  è caratterizzata dall'improvvisa insorgenza e dalla ripetizione di crisi dovute, paradossalmente, ad un eccesso di funzione del sistema nervoso: alcuni neuroni del cervello cominciano cioè a lavorare ad un ritmo molto superiore al normale, producendo la scarica e le crisi epilettiche.

(ANSA)-GENOVA,13 SET -Una nuova proteina responsabile dello sviluppo del cervello nel bambino e' stata scoperta dai ricercatori dell'Istituto Gaslini di Genova. Alla proteina e' stato dato il nome di Iccina poiche' e' risultata responsabile di una grave sindrome neurologica infantile:la ICC o Ipomielinizzazione e Cataratta Congenita. La scoperta e' del gruppo del prof. Minetti,direttore di Neuroscienze del Gaslini,con gli aiuti della Fondazione Telethon e Mariani.

(ANSA) - PADOVA, 13 SET - Uno studio sull'NO (ossido di azoto!), un gas prodotto da arterie e vene, sara' sul prossimo numero del 'Journal of the American College of Cardiology'. L'NO e' capace di proteggere le arterie dai danni indotti dall'ipertensione arteriosa e dall'aterosclerosi. Lo dice una nota dell'Universita' di Padova che ricorda che nel 2001 i ricercatori dell'ateneo e della Cardiologia dell'Ospedale di Cittadella individuarono per primi l'eNOS, una variante del gene dell'enzima responsabile della produzione di NO.









permalink | inviato da il 14/9/2006 alle 13:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
5 settembre 2006
scorpacciata guaritrice






permalink | inviato da il 5/9/2006 alle 20:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
4 settembre 2006
e l'esaurimento continua
eh si...bello davvero il mascellare, ricco di spunti per la vita!!!
eccomi qui immersa tra le ossa del cranio, incastrata tra il temporale ed il palatino
( ma dove diavolo sta il lacrimale?!?! ossa inutili...)
vedo che nessuno più commenta i miei articoli, molto bene, ne prenderò atto!!!
cercherò di disinibirvi con qualche foto partorita dal mio esaurimento...che magari vi divertirà pure a voi...




permalink | inviato da il 4/9/2006 alle 11:34 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
27 agosto 2006
medicina pestifera...
i medici del medioevo si affidavano alle idee dei medici precedenti ( Galeno,Ippocrate, etc...) per cercare di curare la peste, e questi sostenevano che le malettie fossero causate dalla cattiva mescolanza dei quattro umori:sangue,flemma,bile gialla e bile nera.
In particolare la peste era causata dall'eccesso di sangue che portava alla putrefazione degli organi interni e la causa del male entrava nel corpo attraverso l'aria o il cibo ingerito.
Ovviamente si raccomandavano abbondanti salassi e clisteri per purificare il corpo dal male( l'idea era quella di eliminare i gas della putrefazione e dal sangue infetto).
Addirittura il medico dei Papi, Guido di Chauliac, sosteneva che la causa della peste fosse la congiunzione astrale di Giove, Marte e Saturno nel segno dell'Acquario.
I medici, per proteggersi dal contagio, avevano un look caratteristico ( la "maschera della peste"), ovvero 
il medico indossa una tunica di puro lino o di tela cerata ed una maschera che lo faceva assomigliare ad un grande uccello (più che altro era considerato un lugubre avvoltoio...).e nella quale poneva delle erbe che si riteneva tenessero lontano il contagio.
Sopra alla maschera portava degli occhiali ed in oltre era sempre accompagnato dalla fedele bacchetta, con la quale sollevava le vesti degli appestati, pensando che così mascherato la terribile epidemia non gli poteva causare alcun danno.



permalink | inviato da il 27/8/2006 alle 19:17 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
27 agosto 2006
peste e corna

(ANSA) - WASHINGTON, 26 ago - La peste ha gia' colpito tredici persone negli Stati Uniti quest'anno, hanno annunciato le autorita' sanitarie. Tutte le vittime, due delle quali sono morte, abitavano negli stati occidentali dell'America: 7 nel New Mexico, 3 in Colorado, 2 in California e una in Texas. La peste viene trasmessa attraverso le punture di insetti infetti o attraverso contatti con escrementi di roditori. I due morti abitavano nel New Mexico.
 
ci sono vari tipi di peste(a seconda dell'attacco del bacillo):
1.bubbonica:provocata dalla puntura delle pulci dei topi o di altri roditori( la pulce dell'uomo, permette di trasmetterla da uomo a uomo!). dopo incubazione di 2-12 giorni, si manifesta nausea,vomito,febbre e delirio, e poi l'infiammazione dei linfonodi si esplicita con bubboni.complicazioni cardiovascolari e renali portano alla morte.altrimenti,se dice bene, la febbre cessa dopo un paio di settimane, i bubboni buttano fuori il pus e tutto torna normale.
2.polmonare:più grave della precedente e con esiti quasi sempre nefasti,attacca i polmoni e ha come sintosi cianosi,debolezza,tosse.si trasmette per via aerea!!!
3.setticemica: la più rara e la più bastarda.dopo la puntura il bacillo infetta il sangue, c'è un arrossamento della pelle e si muore poche ore dopo il contagio!!!

ma questo non ci basta, vogliamo sapere chi è il piccolo infame che provoca tanta catastrofe...
Yersinia pestis (qui ritratto in tutta la sua bellezza)
sarà descritto bene nella sua azione dalla voce di wikipedia:
"

Yersinia pestis (della famiglia delle Enterobacteriaceae) è l'agente eziologico della peste. Il batterio infetta i tessuti linfoidi dell'uomo, facendo in modo di annullare la capacità di difesa dei linfociti. Ma per far questo, il batterio deve evitare di essere ingerito dai macrofagi, le cellule del sistema immunitario che distruggono gli agenti esterni: Y. pestis risolve questo problema producendo delle proteine che penetrano nei macrofagi e li disattivano. Alcune di queste proteine provocano danni diretti alla cellula, altre invece (come YopH) fanno in modo di annullare la rete di comunicazioni interne dei macrofagi." Inoltre, alcune specie di YopH usano i macrofagi per andarsene in giro nell'organismo...




permalink | inviato da il 27/8/2006 alle 18:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
12 luglio 2006
ci vuole il fisico...
maledetti fisici frustrati,a medicina non serve sapere la direzione del campo magnetico rispetto alla corrente,lo sapevate?
ma a voi che ve ne frega,l'importante è ROMPERE L'ANIMA AGLI STUDENTI E SEVIZIARLI PSICOLOGICAMENTE.possiate bruciare tutti voi supponenti professoroni che vi divertite a distruggere la vita degli studenti che non hanno mai fatto fisica e non è colpa loro,questo è il bello,PERCHè NON SANNO INSEGNARE FISICA,NESSUNO AL MONDO!!!!!!!




permalink | inviato da il 12/7/2006 alle 11:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
11 luglio 2006
deformazione professionale



permalink | inviato da il 11/7/2006 alle 15:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
10 luglio 2006
come vanno i nervi oggi,ragazzi??!!!??!?!?!



permalink | inviato da il 10/7/2006 alle 21:0 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
  

Rubriche
Cerca
Feed
Feed RSS di questo 

blog Reader
Feed ATOM di questo 

blog Atom
Resta aggiornato con i feed.
Curiosità
blog letto 1 volte





 































IL CANNOCCHIALE